Noleggio auto con conducente Sassari Ncc Alghero aeroporto- TRANSFEROK.IT Noleggio con conducente aeroporto Alghero -

Vai ai contenuti

Menu principale:

NOLEGGIO NCC > SARDEGNA
Noleggio con conducente aeroporto Alghero - Noleggio con conducente Sassari

Contatti Ncc Sassari noleggio con conducente aeroporto Alghero

Tel: +39 079.23.47.42 Uff.Alghero
Tel: +39 079.23.47.42
Fax: +39 079.95.70.331
Cell: + 39 339.690.18.92
Società: GRINDIBUS s.r.l.

Ottieni lo sconto del 5% su tutti i transfer avvisando che ci hai trovato su Transfer Ok
Sconto del 5% se quando chiami o mandi una e-mail comunichi questo codice: (transferok0000 - sconto 5%)
NCC SASSARI - NOLEGGIO AUTO CON CONDUCENTE SASSARI
NCC AEROPOROT ALGHERO

Effettuiano servizi Ncc h24 tutti i giorni del'anno, proponiamo servizi di noleggio auto con conducente a Sassari  o all'aeroporto di Alghero per aziende che devono effettuare transfer per congressi, meeting e convention.

Servizi transfer con Auto e Minivan di rappresentanza Sassari,  collegamenti e servizi navetta su prenotazione per collegamento/transfer aeroporto di Alghero Olbia Cagliari.

Servizi Ncc (noleggio con conducente) aeroporto Alghero per privati che devono raggiungere località di mare in Costa Smeralda
Noleggio auto di prestigio con conducente per transfer con minivan per turismo

Servizi Navetta con pulmini, minivan e auto con conducenteper  TRANSFER DA ALGHERO AEROPORTO PER ARZACHENA, BADESI, BAIA SARDINIA, BUDONI, CAGLIARI, CALA DI VOLPE, CANNIGIONE, CASTELSARDO, COSTA PARADISO, GOLFO ARANCI, ISOLA DEI GABBIANI, ISOLA ROSSA, LUOGOSANTO,NUORO, ORISTANO, OROSEI, PALAU, PORTISCO, PORTO CERVO, PORTO ROTONDO, PORTO TORRES, SAN TEODORO, SANTA TERESA DI GALLURA, PAUSANIA

Proponiami i nostri servizi Ncc per disposizioni orarie, shopping, accompagnamento al ristorante.
Trasferimenti anziani, accompagmaneto ragazzi con auto con conducente verso qualsiasi sede e struttura in Sardegna.
SASSARI in AUTO/MINIVAN
“Volare” in questa stupenda isola fuori dal continente alla scoperta del capoluogo sardo! Sassari! Scrigno di campi e oliveti, custodisce magnifici edifici signorili ed ecclesiastici di grande prestigio. Antica città regia ricca di storia e arte nata agli albori del Medioevo.

UNA FONTANA DA FRANCOBOLLO! – LA FONTANA DI ROSELLO
Fuori dalle antiche mura cittadine… una “faccia” da francobollo, la Fontana di Rosello! Simbolo di Sassari, monumento unico in Sardegna! Metafora del tempo che scorre come il flusso dell’acqua, la Rosello, rappresentata da dodici bocche (i mesi) e quattro statue (le stagioni). Dà i natali al quartiere limitrofo! I due blocchi rettangolari sovrapposti, lineari e sobri, su cui poggia, danno risalto alle teste di leone! Da qui sgorga l’acqua! Le statue a raffigurar le stagioni adagiate su bocche di delfini: una ragazza con ghirlanda di fiori rappresenta la primavera, un Ercole con corona di acini d’uva e pelle d’orso, l’autunno, un uomo anziano che riposa, l’inverno e una donna con spighe di grano, l’estate. Sulla sommità un incrocio di archi sorreggono la statua equestre di san Gavino, protettore della città. A sud, adagiata una divinità fluviale, emblematica del manierismo del monumento. Utile oltre che dilettevole! Da sempre fondamentale approvvigionamento idrico! Dall’età romana la “Rosello” alimentava l’acquedotto di Turris Libisonis (oggi Porto Torres). Duemila anni dopo, invece, a portare l’acqua dalla fontana alle case vicine era una schiera di acquaioli… Barili su centinaia di asinelli… e via l’acqua è servita!

ASTENERSI OH FORESTIERI! – LA VECCHIA CINTA MURARIA
Esposta ai “quattro venti” Sassari, almeno fino al XII secolo! Solo a partire dal successivo venne cinta con mura dall’architettura modesta. Erette non tanto per proteggerla dai temibili barbari, quanto per difenderla dai vari potenti del tempo che “giocavano” a contendersela! Un lavoro a più mani! Innalzate dapprima dai Pisani, continuate dai Genovesi e infine ridimensionate da Aragonesi e Spagnoli! Le torri, valore aggiunto! A perfezionare il senso di protezione vennero in seguito edificate alcune torri quadrate: la Doria, l’Artachia, la Torre della Munizione, e molte altre… secondo leggende popolari 36 in tutto! Eccezion fatta per la Durandola (attualmente Torre Tonda) unico esemplare a forma cilindrica! Oggi ci è concesso ammirare solo quella di Porta Sant’Antonio, una poco più alta in Corso della Trinità e ciò che resta della “rotondeggiante” Torre Tonda, “pulcino nero” tra le Torri! Lo stesso vale per le antiche mura… Fanno bella mostra in Corso Trinità parte dei suoi “resti”… Tracce evidenti di ciò che è rimasto… in alcuni tratti ancor visibile il camminamento di ronda percorso dalle guardie durante la sorveglianza alle mura.

AL PALAZZO DI PROVINCIA NON SI COMANDA!
Solo una piazza cotanto ariosa e avvolgente poteva accogliere la magnificenza di questo palazzo: il Palazzo della Provincia! Alias “Palazzo Sciuti”. Una vasta area vuota e libera ad accoglierlo prima del suo avvento: un ettaro di Piazza, tutta per “Lui”! Insieme alla “prima pietra” deposti una pergamena a rimembrar i nomi dei promotori, una moneta d’oro da 20 lire e una da 5 d’argento, cementati nelle fondamenta. Quando si dice “avere basi solide”…! Una splendida facciata neorinascimentale, il suo “biglietto da visita”. Una gittata di bianco “profana” il cielo turchino. A crear un insieme rigoroso, volte e finestre a ripetizione! A rincorrersi l’un l’altra come fosse un gioco “architettato”! Nei piani superiori sei semicolonne corinzie (di ordine gigante) scandiscono le sue forme! E al suo interno… “Niente popò di meno che”… La storia d’Italia! Un affresco sulla volta a rappresentare un'ampia e complessa allegoria… L’Italia dall'oscura fase primigenia arriva svolgendosi fino a comprendere la luminosa età moderna. In questo scenario in apoteosi la figura di Vittorio Emanuele II che, sostenendo la figura dell'Italia liberata, promuove il progresso, attraverso due gioiellini “moderni”: la locomotiva e il telegrafo! E avanguardia sia, allora!

CHE PEZZO DI “MANZA”! – LA VETRINA LIBERTY
Una facciata tinta d’ocra, inghirlandata da cornici di legno e mini balconcini in ferro battuto. …per un decoro sfizioso che si ripete! “Sfere” di vetro a distribuir il giusto tocco di luce! Siamo alla deliziosa e vezzosissima Vetrinetta Liberty! Una straordinaria scoperta! Oggi riqualificata in attualissima “Brasserie”! Sodalizio azzeccato, “antico” e “moderno” insieme! Una ricca vetrina di carni, la scelta… et voillà cucinata al momento! Sotto a chi tocca!

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu